Il pacco regalo di Finzioni a… la vecchietta che non rispetta la fila

Ci sono degli argomenti su cui le battute sono talmente inflazionate che un comico dovrebbe smettere di parlarne: il traffico, il vecchio che guida col cappello o l'anziana che supera tutti quelli in fila allo sportello della posta o della cassa del supermercato.

Ma noi non siamo comici, quindi una digressione su queste questioni ce la possiamo permettere. Sì, perché sono giorni frenetici per via delle festività imminenti e tu, dopo esserti trovato bloccato nel traffico magari causato da un vecchio col cappello alla guida, arrivi di tutta fretta a fare la spesa mentre continui a pensare che poi ti tocca tornare di corsa al lavoro, alla faccia del Natale.

Ed è proprio quando sei assalito da un momento di sconforto in cui ti poni quesiti esistenziali sul senso delle Feste e arrivi al culmine del tuo nichilismo pensando che l'uomo si sia inventato degli inutili impegni in modo da potersi stressare per quelli e non per la ben più insopportabile inutilità della propria esistenza, che arriva lei: la vecchietta che supera te e il tuo triste e malinconico acquisto di birra e Simmenthal (che fa molto anni '90) con un carrello strapieno di roba.

Ora, a qualunque essere umano in questa situazione, i neuroni mandano due messaggi: 1. Diventale simpatico e vai a mangiare da lei che tanto la Simmenthal la puoi abbandonare negli espositori vicino alle casse, alla faccia della civiltà. 2. Ma dove dovrà mai andare questa così di fretta che non ha altro da fare che arrivare a casa e sedersi sulla poltrona a leggere Famiglia Cristiana?

Finzioni, però, coglie l'occasione di ricordarti che a Natale siamo tutti più buoni. Quindi trattieni la divina ira e fai così: molla dietro alla vecchietta le due misere cose che hai in mano, che tanto ci metterà un po', e corri al reparto libri. Prendi una copia de Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve di Jonas Jonasson e ritorna in fila alla cassa. Mentre aspetti, inizia a leggerlo: ti verrà il dubbio che in realtà quella vecchietta, dopo aver attraversato un secolo di storia ed averla cambiata facendo da consigliera ai più grandi personaggi di un'intera epoca, sia tuttora nel mezzo di una tale avventura da far arrossire noi giovani pantofolai… e che non abbia proprio tempo da perdere! 

Se poi guardandola non ti sembrerà il tipo, regalale il libro come fa Finzioni. Forse le farà capire che se proprio deve essere di fretta val la pena che lo sia per correre incontro a qualche improbabile ma divertentissima avventura, perché non è assolutamente troppo tardi. Nemmeno alla sua età.

Marco Combi

Sostenitore del pensiero viandante e discepolo del nomadismo, interiore e non. Quando viaggia, legge. Quando legge, viaggia. In perenne ricerca della domanda giusta che gli faccia capire quali sono le risposte che sta cercando.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.