Il pacco regalo di Finzioni a… Samantha Cristoforetti

Cara Samantha,

Ho letto che ti sei portata fra le stelle tre grandi scrittori del cielo: Italo Calvino,  Antoine de Saint-Exupéry e Gianni Rodari. Lo sai, sono tra i miei autori preferiti. Mi hanno insegnato cose molto importanti:  la leggerezza, il volo, lo stupore infantile

Ti ho sentito dire che il tuo unico rimpianto  è di non aver studiato meglio la geografia. E che ti piacerebbe rimediare in preparazione del prossimo volo.

La tua voglia di leggere dallo Spazio il nostro pianeta prova che la lettura è un bisogno antico e viene prima della scrittura. Il primo libro? Il mondo! Un atlante fisico fatto di nuvole, vulcani, fiumi, montagne, – come dici tu -e in continua trasformazione.

Per questo ho pensato di farti un regalo importante, l'opera completa di Strabone. Non ti spaventare, ti avviso: si tratta di diciasette volumi del primo geografo in assoluto. Il greco Strabone ha scritto la più corposa opera geografica dell’antichità. S' intitola Geografia e io non l'ho mai letta perché mi sembra un'impresa impossibile. Ma tante imprese impossibili sono soltanto in cerca di chi le renda "possibili". E tu ne sai qualcosa… Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana nello spazio per la missione Futura.

Io ho un fratello e anche lui, come tutti i bambini, un giorno disse: Voglio fare l'astronauta! I miei genitori gli fecero trovare sotto l'albero libri di astronomia e giochi, sperando di vedere realizzato questo sogno. Poi anche io un giorno annunciai: Voglio fare l'astronauta! Però continuai a ricevere bambole, vestiti e libri di favole. In altre parole: il mio era un sogno impossibile.

Oggi, quando alzo gli occhi,  ti vedo passare: una piccola luce tra comete di ghiaccio. Te lo avranno già detto: Samantha hai realizzato il sogno di tante bambine. Grazie a te, un giorno, altre donne potranno fare l'astronauta. Le bambole indossano una tuta spaziale e hanno il tuo viso sorridente e il tuo coraggio.

Ma torniamo alla geografia e a Strabone. Perché proprio Geografia e non l'ultimo libro con quello che abbiamo scoperto e imparato in questi secoli? Perché Strabone è il primo geografo. E anche tu sei "prima". E poi lui voleva capire perché l’uomo si era insediato in particolari siti geografici piuttosto che altri.  E anche tu, in questo momento, ti guardi intorno chiedendoti quale possa essere il "posto" ideale per un nuovo mondo.

Si tratta di un giorno lontano per noi ma non per l'Umanità. Grazie a persone come te un giorno continueremo ad esistere. 

A proposito, se ti affacci dalla Cupola la prossima volta che passi sull'Italia mi vedi! Sono salita in cima ai diciasette voumi di Strabone e ti sto salutando con un grande sorriso!

Grazie Samantha… Buon Natale da tutti noi! 

Giovanna

Strabone, Geografia (Rizzoli)

Giovanna Iorio

“Avere la libertà di parola non è abbastanza. Bisogna imparare a parlare liberamente.” C. Hitchens

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.