Un viaggio nel tempo alla ricerca dei #2secondi che cambiano la vita

Due secondi sono pochissimi. Mentre scrivevo questa frase ne saranno passati almeno cinque. Due secondi sono così pochi che non riusciamo nemmeno a immaginarli, mentre li pensiamo se ne sono già andati. Eppure in due secondi possono succedere delle cose grandi: dura due secondi lo squillo di una telefonata che ti annuncerà una notizia dopo la quale niente sarà più come prima. In due secondi una tegola può raggiungere la tua testa, puoi veder apparire la Madonna o perdere il biglietto vincente della lotteria della Befana. Sono abbastanza certa inoltre che gli ultimi due secondi dell’ultima puntata di Breaking Bad se li ricorderà per un po’ un’intera generazione.

Insomma, due secondi possono cambiare la vita? È quello che si chiede Byron Hemmings, undicenne dalla fervida immaginazione protagonista di Il bizzarro incidente del tempo rubato di Rachel Joyce – che uscirà il 1° ottobre per Sperling & Kupfer – di fronte alla notizia che verranno aggiunti due secondi al tempo per allineare gli orologi alla rotazione terrestre. Una storia che ha ispirato la blogger Valentina Divitini a infilare questo libro in valigia e partire per un viaggio nel tempo, un viaggio che comincerà oggi e proseguirà fino a metà ottobre toccando varie piazze italiane alla ricerca di storie di persone alle quali due secondi hanno cambiato la vita e dei ‘custodi del tempo’ come orologiai, campanari, impiegati comunali addetti agli orologi pubblici.
L’anno scorso, sempre in collaborazione con Sperling & Kupfer, Valentina ha seguito in Inghilterra le orme di Harold Fry, il protagonista de L’imprevedibile viaggio di Harold Fry, il primo romanzo della scrittrice inglese Rachel Joyce, bestseller internazionale con oltre un milione di copie vendute nel mondo.

In ogni città toccata da questo viaggio, da Torino a Lecce, potrete trovare Valentina allo scoccare delle 5 di pomeriggio sotto agli orologi delle piazze principali, intenta a distribuire ai passanti una cartolina dove tutti potranno raccontare i due secondi che hanno cambiato la loro vita. Qui trovate tutte le tappe di questo viaggio nel tempo, e tutti coloro che non potranno esserci avranno comunque l’occasione di raccontare la loro storia sui social con gli hashtag #2secondi e #bizzarroincidente. Tutti gli incontri e le storie raccolte verranno raccontate con testi, foto e video sul blog di Valentina e su Instagram, Facebook, Vine e Twitter, nonché su questo Tumblr.  

Se anche voi avete una storia da raccontare, dedicate #2secondi a questo bel progetto. 

Francesca Modena

Francesca Modena, nata a Modena, vive e lavora a Modena. Si alza all'alba per scrivere e correre. È fermamente convinta di essere giovane.

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.