Orsù, non litigate!

Se vi è capitato di approfondire la vita e la personalità dei vostri scrittori preferiti vi sarete di certo accorti che molti di questi hanno, o hanno avuto, un caratterino niente male. Che gli scrittori siano un tantino permalosi e che si leghino al dito i torti subiti, come per esempio una stroncatura della critica o quella da parte di un collega, anche questa è cosa risaputa. 

Nella storia della letteratura le beghe tra scrittori ci sono sempre state, per cui: benvenuti al Fight Club degli scrittori!

1. Tom Wolfe vs Norman Mailer: tra i due nacque una faida dopo che Norman Mailer pubblicò sulla New York Review of Books un articolo sul libro Un uomo vero di Tom Wolfe, nel quale sosteneva che:

Leggere il romanzo di Tom Wolfe è come fare l'amore con una donna di 300 chili; nel momento dell'amplesso o te ne innamori o muori asfissiato.

2. Gore Vidal vs Norman Mailer: di nuovo Mailer che, insomma, non le mandava e dire. La rivalità fra loro durò molti anni e fu molto accesa. Nell'inverno del 1990 s'incontrarono al Plaza Hotel, o, per meglio dire, si scontrarono, infatti, in quell'occasione finirono addirittura alle mani. I due se le dissero anche attraverso alcune interviste e persino in tv e questo video ne è una dimostrazione.

3. V.S.Naipaul vs Paul Therouxl'amicizia trentennale tra il premio Nobel Naipaul e il romanziere americano Theroux è andata in fumo quando il primo ha accusato il secondo di voler sedurre la moglie. L'astio tra i due è andato avanti per anni, però, forse, Theroux ha avuto la meglio pubblicando un libro su Naipaul, Sir Vidia's Shadow, nel quale Theroux racconta dei loro tre decenni di storia comune, dalla nascita della loro amicizia fino alla fine di questa.

4. Mary McCarthy vs Lillian Hellman: queste due sono addirittura arrivate a agire per vie legali dopo che la McCarthy disse:

Ogni parola che la Hellman scrive è una bugia , comprese le congiunzioni e gli articoli.

Hellman rispose attraverso i suoi avvocati. La battaglia legale durò cinque anni e terminò solo a causa della morte di Hellman. Due tipe davvero toste!

5. James Wood vs Jonathan Franzen: Wood è stato uno dei pochi ad aver avuto il coraggio di dire qualcosa di negativo sul romanzo più famoso di Franzen, Le correzioni, provocando la reazione di quest'ultimo che si scagliò contro i critici e le riviste letterarie in generale:

Solo in pochissimi riescono a fare una critica seria. È tutto così sarcastico, così ad hominum, o bianco o nero. 

Tra l'altro, proprio oggi, un altro nostro articolo della sezione news ci ricorda che Franzen è un tipo per nulla accomodante.

Adesso a voi la parola: quali bisticci tra scrittori ricordate?

Laura Caponetti

intervisto personaggi che non esistono, guardo serie tv in tutte le lingue pur conoscendone solo due, sana di mente? forse!

Nessun commento, per ora

I commenti sono chiusi.