Le impronte digitali

La carta d’identità dei lettori digitali

Le impronte digitali: Gabriele Cortopassi

Ho conosciuto Gabriele Cortopassi andando a prendere il caffè in una caffetteria del centro di Firenze, e tra un mokaccino e una Tassoni abbiamo cominciato a parlare di libri. I lettori digitali si trovano nei luoghi più impensati…

0 Condivisioni

Le impronte digitali: Sergio Covelli

Sergio Covelli l’ho conosciuto a una conferenza sul self-publishing organizzata da Mauro Sandrini a Faenza: un personaggio dal multiforme ingegno e dalla profonda umanità. Uno che vale la pena conoscere!

0 Condivisioni

Le impronte digitali: Arturo Robertazzi

Arturo Robertazzi fa lo scrittore e lo scienziato, beve birra e rimorchia poco. Ma sa usare bene la rete ed è un gran brava persona. Ce ne fossero!

0 Condivisioni

Le impronte digitali: Steve Jobs!

L’archetipo del nerd si è ritirato dalle scene. Abbiamo allora immaginato d’intervistarlo – come al solito, alla maniera nostra – per scoprire quello che forse non ci saremmo mai aspettati…

0 Condivisioni

Le impronte digitali: Emanuela Zibordi

Questa settimana prendiamo le impronte digitali ad Emanuela Zibordi, che fa l’insegnante e ha un sacco di hobby. Anche la lettura digitale!

0 Condivisioni

Le impronte digitali: Mauro Sandrini

Le prime impronte digitali sono quelle di Mauro Sandrini, ingegnere e sociologo, autore di un (meta)ebook dal titolo Elogio dell’ebook in cui racconta la sua scoperta della lettura digitale.

0 Condivisioni