Anticaglie

Libri vecchi, ma vecchi vecchi! Così vecchi che una volta stampati sono finiti subito negli angoli più oscuri di librerie (vecchie e) polverose e da allora non sono più stati riesumati.

Anticaglie perdute

Nel corso della storia della letteratura, un sacco di anticaglie sono andate perdute e a noi non resta che immaginare con una lacrimuccia quel preziosissimo vecchiume che non leggeremo mai.

0 Condivisioni

Il libro delle fate

Una vecchia raccolta di fiabe, con illustrazioni di Gustavo Doré, scritto da G. Perault. O G. Perrault. Che forse era C. Perrault. Insomma, non v’è certezza. Questo è il bello delle anticaglie!

0 Condivisioni

The Blunders of a Bashful Man

Un vecchio romanzaccio da quattro soldi su un uomo schivo che non trova moglie mi fa pensare a tante altre cose. Tipo agli ebook, che un giorno potrebbero diventare anticaglie.

0 Condivisioni

Lo Statuto albertino

Viste le attuali contingenze politiche, rispolvero un’anticaglia d’eccezione, lo Statuto albertino. Da leggere per ripensare a un’Italia dall’antica fama e dal glorioso avvenire.

0 Condivisioni

Dizionario delle Favole

L’anticaglia del giorno è “una raccolta posta per ordine alfabetico delle principali cose che la Favola riguardano”. E profuma di rosmarino!

0 Condivisioni

Manuel du service…

Un manuale per la buona condotta della cavalleria leggera in campagna… roba che solo nell’Ottocento potevano scriverla. Insomma, roba da Anticaglie!

0 Condivisioni

Il rinnegato

Anticaglie è la nuova rubrica di Finzioni in cui si parla di libri vecchi – ma vecchi vecchi! Libri così vecchi che una volta stampati sono finiti subito negli angoli più oscuri di librerie (vecchie e) polverose e da allora non sono più stati riesumati. Fino ad oggi!

0 Condivisioni