Economia per dilettanti

E ora non venite a dirci che noi di Finzioni non parliamo di cose serie.

Is greed still good?

Economia per dilettanti / Is greed still good?

Nel 1973 la crisi petrolifera, nel 2001 la bolla della new economy e nel 2008 quella dei mutui subprime. C’è però una ragione di fondo, che sempre è valsa e sempre varrà e che può essere sintetizzata in uno dei migliori vizi della natura dell’uomo: l’avidità.

0 Condivisioni

L’Italia ha ancora il suo posto al sole pt.2

Economia per dilettanti / L’Italia ha ancora il suo posto al sole pt.2

L’invito è alla lettura de “La crisi mondiale e l’Italia”, editore il Mulino, di Marco Fortis, vicepresidente della Fondazione Edison e responsabile dell’omonima divisione “Studi Economici”, dove vengono racchiusi tutta un serie di suoi articoli, comparsi su vari quotidiani dall’inizio della crisi, sancito dal fallimento di Lehman Brother, in cui sottolinea che il nostro paese è vivo e combatte a testa alta la crisi economica globale e che può ancora vantare di essere il secondo produttore manifatturiero d’Europa (dopo la locomotiva tedesca).

0 Condivisioni

L’Italia ha ancora il suo posto al sole pt.1

Economia per dilettanti / L’Italia ha ancora il suo posto al sole pt. 1

Durante l’ultimo trasloco, in mezzo alle vecchie copie di American SuperBasket e di Le Ore, ho ritrovato un numero dell’Economist datato maggio 2005. In copertina risaltava la personificazione dell’Europa, impressa come un vecchio signore claudicante, per via di una gamba infortunata, con le sembianze dello stivale italiano; il titolo era più che mai eloquente: “The real sick man of Europe”.

0 Condivisioni